CHAMPIONS LEAGUE

Roma, finisce in parità la prima partita del girone

Roma - Atletico Madrid
Un punto importante per la classifica considerando la prestazione dei giallorossi

Tanto Atletico e sprazzi di Roma: finisce a reti inviolate all'Olimpico il primo match dei giallorossi nell'Europa che conta con tanti rimpianti per Simeone, altrettanti applausi per il portiere giallorosso Alisson. Il portiere della Nazionale brasiliana è il vero eroe della serata meritandosi i cori della Curva Sud per uno 0-0 che fa sorridere più i tifosi romanisti che quelli spagnoli.

«Il pareggio è un risultato molto positivo, soprattutto per quello che si è visto nel secondo tempo dove, da un momento all'altro, sembrava potessimo prendere gol - ha detto Eusebio Di Francesco - Certo, c'era un rigore a nostro favore che non è stato concesso, ma nella ripresa non eravamo più lucidi, fisicamente siamo calati, per questo sono contento: la squadra ha retto, soffrendo. Era importante non perdere. Abbiamo avuto nel finale un pizzico di fortuna, ma anche oggi abbiamo disputato un ottimo primo tempo, poi nella ripresa siamo calati anche nel palleggio, ho visto meno qualità. Sono stato costretto anche a cambiare sistema di gioco (passando dal 4-3-3 al 5-3-2), perché non riuscivamo più a contenere le loro folate. Poi, abbiamo ritrovato un po' di equilibrio. Bene quindi per 60', mentre dopo siamo andati in grande sofferenza. Cercheremo di migliorare la condizione fisica».

«Torno a casa con la buona impressione di aver giocato una grande partita: ci e' mancato solo il gol - il commento di Diego Simeone, allenatore dell'Atletico Madrid - Abbiamo avuto già tre o quattro palle-gol nel primo tempo, nel secondo ho messo giocatori più veloci puntando alla stanchezza della Roma, ma non abbiamo trovato il gol, grazie alle parate di Alisson, ma ci si è messo anche il palo. Risultato stretto? No, il risultato è sempre quello che meriti, perché nel calcio non conta l'estetica ma il gol».

Categoria:

Regione: