FORZA ROMA

Sul palco dell’Ariston il "pupone" e il trio Brignano, Cirilli, Insinna

Totti, De Filippi, Conti
Serata all’insegna della romanità ieri al festival di Sanremo con tante gag e ilarità.

Nel corso della seconda serata sanremese dedicata ai giovani super ospite il capitano delle Roma Francesco Totti nonché l’insolito trio Brignano, Cirilli, Insinna.
L’intervista al giocatore della Roma sorprende e fa sorridere. L’ingenuità di Francesco arriva al cuore di tutti con battute, gag e tante storie da raccontare. Ha dichiarato: "Tra 20 anni mi vedo in un ruolo importante, nella Roma o altrove, ma farò qualcosa che mi piace". Con la sua spontaneità ha salutato il direttore di orchestra:” ciao Maestro Campagnoli", chiama "sciopè" l'autore Cheope, presenta le canzoni in gara nel suo stile e sostiene che la sua canzone preferita è quella di Povia: “Il piccione”. Francesco Totti ha risposto così alla domanda di Maria De Filippi e Carlo Conti. E su Twitter è spuntato un divertente retroscena: l’account Fiumi di Sanremo ha infatti condiviso una foto della scaletta della serata che dimostrerebbe che la risposta originaria del capitano della Roma doveva essere diversa, cioè "Si può dare di più" famoso pezzo di Tozzi, Morandi e Ruggieri. Il calciatore ha voluto cambiare la battuta: “Piccione è il soprannome ironico che i tifosi romani danno all’aquila laziale. E ancora: "Ti ricordi il film Proposta indecente?" gli chiede Maria. "Accetteresti la proposta di un milionario di passare una notte con la donna della tua vita?" Francesco ci pensa e poi replica: "Non accetto perché sono troppo geloso dei miei valori", della serie Hilary nun se tocca.
Lunga serata chiusa dai i tre mattatori della comicità romana Brignano, Cirilli, Insinna che si improvvisano In canzonette e battute ilari. I tre “romanacci” provenienti dalla scuola di Gigi Proietti hanno idealmente “replicato” la serata “bischera” dell'anno scorso, quando Pieraccioni e Panariello fecero incursione al Festival per unirsi a l’amico Carlo Conti. “Ti portiamo il saluto del Vaticano, che ti ringrazia per l’assunzione di Maria”, ha detto Brignano. E alla fine, come previsto, i tre comici si sono esibiti nel classico Tre briganti e tre somari, indimenticabile cavallo di battaglia del "Rinaldo in campo" di Modugno. Che dire comunque vada "Forza Roma"...

di FRANCESCA PUCCI

Categoria: